NickALive! Your source for the latest Nickelodeon News!
Nickelodeon at SDCC 2018: Panels | Merchandise | #NickSDCC

Friday, April 13, 2018

Viacom Italia Sees 21% Growth In Revenues In 2017

Viacom International Media Networks (VIMN) closed 2017 with total revenues of €67.9 million (+20.6% on 2016) and profits of €4.7 million (€2.5 million in 2016).


Contributing to the positive result in particular were the broadcaster’s free-to-air (FTA) channels and the Paramount Channel, distributed via DTT in Italy, reports daily Italia Oggi.

In fact, during the financial year 2017 (which ended on 30 September), pay-TV revenues (for distribution of Viacom’s channels by Sky Italia) amounted to €37.8 million (-3.8%), while free-to-air TV revenues (financed by advertising) amounted to €21.1 million (+151% year-on-year). Digital revenues accounted for only €369.000 (-31.1%).

In the free-to-air segment, Viacom Italia owns Paramount Channel and VH-1, a 50% stake in children’s channel Super!, and Spike (launched after the closing of the financial statements).

In the pay-TV sector, the group has a five-year agreement, expiring in June 2020, with Sky Italia for the exclusive distribution of the channels Nickelodeon, Nick Jr., TeenNick, Comedy Central, MTV and MTV Music.

Viacom Italia also has a share of revenues from content supply contracts with Timvision, Vodafone TV and OnMobile Global Spain. In addition, there are also the revenues from VIMN Pubblicità & Brand Solutions that handles advertising sales for both Viacom Italia-owned and third-party-operated channels in Italy.

Viacom Italia is the sixth largest TV broadcaster in Italy in terms of 24-hour share (close to 3%).

For 2018, the management of the broadcaster expects to close the year with an improved EBIT than in 2017 (€5.6 million). It is currently too early to say whether the introduction of the “Franceschini decree”, which will require Italian television channels and on-demand service providers, including Amazon and Netflix, to air a minimum amount of Italian and European content each week, and will encourage investment in content produced in Italy and Europe, will affect Viacom Italia's finance performance.

From ItaliaOggi.net:

Viacom, ricavi per 68 mln (+21%)

La tv free cresce del 151% grazie a Paramount channel

Viacom Italia ha chiuso il 2017 con ricavi complessivi per 67,9 milioni di euro (+20,6% sul 2016), con un ebit pari a 5,6 milioni (2,4 mln nel 2016) e utili per 4,7 milioni di euro (2,5 mln nel 2016). Il gruppo televisivo guidato da Andrea Castellari, quindi, incrementa notevolmente il suo business e lo rende redditizio, soprattutto sulla spinta dei canali in chiaro e di Paramount channel in particolare.

Infatti, giusto per dare una idea, nel corso dell'esercizio 2017 (che si è; chiuso al 30 settembre) i ricavi da pay tv (in sostanza, quello che Viacom riceve da Sky) si sono fermati a quota 37,8 milioni di euro (-3,8%), mentre quelli da tv free (finanziata dalla pubblicità;) sono esplosi a quota 21,1 mln, +151% rispetto agli 8,4 mln del 2016. I ricavi digital, infine, valgono appena 369 mila euro (-31,1% sul 2016).

Nella tv in chiaro Viacom Italia edita Paramount channel, Vh1, poi ha acquisito il 50% di Super! (lcn 47) da De Agostini per 2,09 milioni di euro e, dallo scorso autunno (quindi dopo la chiusura del bilancio), ha lanciato Spike (lcn 49). Nel comparto pay, invece, il gruppo ha un accordo quinquennale, in scadenza il 16 giugno 2020, con la piattaforma Sky che distribuisce in esclusiva i canali Nickelodeon, Nick jr, Teen Nick, Comedy central, Mtv Music e Mtv. C'è; poi una quota di ricavi che arriva pure dai contratti per la fornitura di contenuti a Timvision, a Vodafone tv e a OnMobile Global Spain. E, ovviamente, i ricavi dalla concessionaria Vimn advertising and brand solutions che raccoglie sia i canali Viacom Italia, sia canali editi da terzi. Viacom Italia è; così; il sesto editore televisivo della penisola quanto a share nelle 24 ore (vicino al 3%), mentre Vimn adv and brand solutions è; la quarta più; importante concessionaria televisiva.

Come spiegano gli amministratori di Viacom Italia, l'incremento dei ricavi del gruppo è; da imputare soprattutto a Paramount channel, canale lanciato nel febbraio 2016. Sul fronte kids, target 4-14 anni, si assiste invece a una crescita della concorrenza dei canali in chiaro, con Boing di Mediaset che resta leader (anche se gli ascolti sul target calano del 4% anno su anno), seguito da Rai YoYo (+27%) e da Super! di Viacom-De Agostini (+8%). L'offerta kids sulla piattaforma Sky, proprio per questo boom del free, soffre parecchio. E il totale ascolti anno su anno è; calato del 25%, con un -13% sul target 4-14 anni. Nonostante questo, però;, il network di Nickelodeon, sulla piattaforma Sky, è; l'unico che non flette, e migliora dell'1% attestandosi a una share sul target del 6,9%.

Per il 2018 i vertici di Viacom Italia prevedono una chiusura di esercizio con un ebit migliore del 2017. Negli anni successivi, tuttavia, i conti potrebbero peggiorare a causa della introduzione del decreto Franceschini che impone ai palinsesti quote minime di contenuti prodotti in Europa.

Ci sono alcuni fatti interessanti da segnalare avvenuti nel corso del 2017 di Viacom Italia. Per esempio, in data 12 settembre 2017, la società; Viacom international media networks Italia srl (che finora, per brevità;, abbiamo chiamato Viacom Italia) ha distribuito un dividendo straordinario di 45 milioni di euro al socio unico Viacom Holdings Italia srl. E, per fare questo, ha acceso un finanziamento di pari importo con Vimn Netherlands holding bv.

Inoltre Viacom Italia, anche nel 2017, ha dovuto compensare i risultati negativi della concessionaria Vimn adv and brand solutions, che ha chiuso con un rosso di 2,23 milioni di euro (3,54 mln di rosso nel 2016) e un patrimonio netto negativo per 1,76 mln. Viacom Italia, perciò;, in data 28 dicembre 2017 ha versato alla concessionaria 2,5 mln di euro per coprire perdite e ripristinare il capitale (ne aveva già; versati 3,5 mln per le perdite 2016 e 2,5 milioni per le perdite 2015).

Quanto al valore delle partecipazioni in pancia a Viacom Italia, il 50% di Super! Broadcast srl, acquistato per 2,09 milioni di euro, è; già; stato svalutato a quota 1,8 milioni. Il 29,62% di Rainbow (la casa di produzione delle Winx, per intenderci) rimane invece iscritto a un valore di 40,35 milioni di euro. Con una differenza di ben 23,4 milioni tra il valore di iscrizione in bilancio della partecipazione e, invece, la quota di pertinenza del patrimonio netto di Rainbow (16,9 milioni). Ma, secondo gli amministratori, questa differenza monstre viene comunque ritenuta recuperabile sulla base dei flussi futuri attesi.

In Viacom Italia lavorano 108 persone (103 nel 2016) con 15 dirigenti, 24 quadri e 69 impiegati.

###

Di Più Nickelodeon: Nickelodeon Italia Upfront 2018 | New Shows, New Specials, New Events + More!

Original source: Advanced Television; Additional sources: Media Laws, ANSA.it.
Follow NickALive! on Twitter, Tumblr, Google+, via RSS, on Instagram, and/or Facebook for the latest Nickelodeon Italy and Hey Arnold!: The Jungle Movie News and Highlights!

No comments: